Una delle principali sfide che la città deve affrontare è quella di riuscire a connettere intelligenza urbana (in tutte le sue declinazioni) e approccio di genere, al fine di includere nel paradigma delle smart cities una reale promozione delle pari opportunità, principio fondante la partecipazione di tutti i cittadini.

In tale prospettiva si colloca anche l’approccio del gender mainstreaming, che sottolinea come la promozione delle pari opportunità debba essere garantita in ogni area dell’attività politica, trasversalmente a tutte le politiche pubbliche, lungo tutto il processo di policy-making, dalla fase di definizione dell’agenda pubblica alla fase decisionale, all’implementazione e alla valutazione.

Per questo motivo proponiamo in questa sezione uno strumento di valutazione che aiuti i policy-maker a capire se e fino a che punto le pari opportunità siano una priorità nell’agenda locale. Lo strumento è applicabile all’organizzazione della città smart e a ciascuna delle aree di policy che la compongono: Ambiente, Mobilità, Cittadinanza, Qualità della vita, Governo e partecipazione politica, Economia.